• Articolo , 25 maggio 2010
  • C’è GE nell’eolico offshore dei Grandi Laghi

  • Il colosso statunitense fornirà le prime turbine alla Lake Erie Energy Developpement Corporation per lo sviluppo di un impianto eolico offshore nelle acque del lago Erie in Ohio.

(Rinnovabili.it) – L’annuncio è stato dato in occasione del WINDPOWER 2010, la Conferenza annuale delle American Wind Energy Association (AWEA), attualmente in corso nella città di Dallas, Texas: nei prossimi quattro anni “General Electric”:http://www.ge.com/ fornirà turbine eoliche alla Lake Erie Energy Development Corp. (LEEDCo) per una potenza iniziale pari a 20 MW, dando così il via al primo parco eolico offshore in acque dolci del Nord America. Secondo l’accordo siglato tra i due partner alla multinazionale statunitense toccherà anche il compito di garantire la manutenzione dell’istallazione. Dalla partnership LEEDCo-GE sono previsti ulteriori piani con l’obiettivo, entro il 2020, di raggiungere i 1.000 MW nelle acque del lago Erie. Al centro del bacino verrà installata la più grande turbina eolica flottante di GE, ben 4 MW di capacità, che in futuro verrà integrata con sistemi di controllo innovativi e una tecnologia aerostatica su misura. “Nel lago Erie si racchiude il potenziale eolico dell’Ohio, e questa partnership rappresenta un significativo passo in avanti”, ha detto il governatore dell’Ohio Ted Strickland. “Nell’Ohio abbiamo tutte le risorse per produrre energia eolica offshore con successo, grazie anche ad una forza lavoro innovativa e la possibilità industriali per la fabbricazione dei componenti per le turbine eoliche. Questa partnership ci permetterà non solo di crescere nel settore della tecnologia eolica in mare, ma sarà anche un ottima opportunità di crescita economica della regione. Siamo ansiosi di continuare la collaborazione con GE e LEEDCo nel perseguimento di questo eccitante iniziativa, prima nel suo genere, nel Lago Erie”. Oltre a ciò, entrambi lavoreranno per la creazione di un piano strategico rivolto alla riduzione dei costi di produzione dell’eolico offshore, al fine di rendere tale tecnologia economicamente redditizia per i Grandi Laghi, contribuendo così ad accelerare la crescita del settore dell’energia eolica in America.