• Articolo , 4 febbraio 2009
  • Certificati verdi: fissato il prezzo per il 2009

  • Il Gestore dei Servizi Elettrici rende noto il prezzo d’offerta dei CV e quello di ritiro per l’anno in corso

Nuove comunicazioni in materia di Certificati Verdi (CV), il meccanismo di incentivazione che le imprese produttrici di energia possono acquistare presso la borsa gestita da GSE per coprire la percentuale di produzione che la legge obbliga ad ottenere mediante fonti rinnovabili. Il Gestore dei Servizi Elettrici ha, infatti, reso noto nella giornata di ieri il prezzo di offerta dei propri CV per l’anno in corso, vale a dire 88,66 euro /MWh al netto di IVA. L’importo è calcolato come “differenza tra il valore di riferimento, fissato in sede di prima applicazione dall’articolo 2, comma 148 della Legge n. 244 del 24 dicembre 2007, pari a 180,00 €/MWh ed il valore medio annuo registrato nel 2008 del prezzo di cessione dell’energia elettrica di cui all’articolo 13, comma 3, del D.Lgs. 387/03, pari a 91,34 €/MWh, definito dalla AEEG con la deliberazione ARG/elt n. 10/09”.
Il Gestore informa inoltre gli operatori che entro il mese di marzo 2009 i possessori di certificati verdi “rilasciati per le produzioni riferite agli anni 2006, 2007 e 2008 (ad eccezione di quelli relativi a impianti di cogenerazione abbinata al teleriscaldamento)” potranno richiedere il ritiro dei medesimi al GSE stesso, che procederà entro il mese di giugno 2009.
In questo caso il prezzo di ritiro, “corrispondente al prezzo medio ponderato delle contrattazioni di CV registrate sul Mercato del GME nel triennio 2006-2008, è pari a 98,00 €/MWh, al netto di IVA”.