• Articolo , 1 giugno 2007
  • Certificazione “Zero Emission”: da oggi anche in Italia

  • Dimostrare la propria attenzione alle tematiche ambientali sarà possibile grazie al marchio “Zero Emission”. Benefici garantiti per l’ambiente, ma anche per l’immagine aziendale

A seguito dell’evoluzione dei mercati, in particolare con l’aumento del prezzo del petrolio e con l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto, l’attenzione delle aziende verso i temi energetico-ambientali è diventata necessità. Da oggi è pienamente operativa in Italia, tramite la Energy Saving Management Consultants, società milanese di consulenza energetica, la procedura di certificazione “Zero Emission”. Questa certificazione ha carattere volontario e attesta che l’Azienda certificata ha posto in atto interventi tali da azzerare totalmente le proprie emissioni (dirette e indirette) di gas climalteranti. La procedura è conforme alla Normativa ISO 14064 e comporta l’attribuzione del logo “Zero Emission Company”, utilizzabile dall’azienda per le proprie finalità commerciali e di comunicazione. La certificazione “Zero Emission”si svolge attraverso i seguenti step:
– Supporto all’azienda per la realizzazione di progetti di efficienza e risparmio energetico;
– Acquisto o produzione di elettricità da fonte rinnovabile;
– Negoziazione di diritti di emissione di quote di gas serra;
– Coordinamento nelle attività di riforestazione e confinamento di gas serra;
– Certificazione annuale dell’azzeramento dell’emissione di gas serra.