• Articolo , 15 maggio 2009
  • Cina: Abdukadir punta sul risparmio energetico

  • La campagna di modernizzazione dello Xinjiang Uygur inizierà con l’installazione di un termostato in ogni abitazione

(Rinnovabili.it) – Entro il 2010 tutte le abitazioni della regione cinese dello Xinjiang Uygur disporranno di un termostato domestico così “semplicemente ruotando un quadrante la maggior parte delle persone sarà in grado di regolare la temperatura interna delle proprie case. Lo ha spiega chiaramente Parat Abdukadir, vice direttore generale della commissione economica e commerciale della regione autonoma sottolineando come l’intento di modernizzare l’attuale sistema di riscaldamento centrale miri a rendere i cittadini capaci di controllare la quantità di energia, acqua e gas naturale impiegati. “Ciò dovrebbe far risparmiare più di un quarto dell’energia prelevata dal sistema”. Il progetto però rappresenta solo una piccola parte del programma economico lanciato in questi ultimi tempi dal Governo cinese.
La regione, sconvolta dalla ribellione islamico-turkestana, è oggetto di numerose campagne di sensibilizzazione orientate al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni di gas serra, per garantire ai cittadini una vita più sana e moderna.
Nel 2008 il Governo dello Xinjiang Uygur si è distinta per aver raggiunto importanti successi nel campo della protezione ambientale e Abdukadir ha annunciato che “La Commissione ha già impostato in questo anno un obiettivo per il risparmio energetico e per la riduzione delle emissioni e per massimizzare gli sforzi per conseguire miglioramenti ancora maggiori”.
Nel corso dello stesso anno nella regione sono state vendute 1,4 milioni di lampadine a basso consumo e nel corso del 2009 ne saranno distribuite altri 2 milioni, inoltre le industrie impegnate nel rispetto dell’ambiente e del risparmio energetico riceveranno un totale di 2 milioni di yuan in incentivi. Le imprese che non si adegueranno entro il 2010 verranno chiuse.
Nonostante nella capitale Urumqi, negli ultimi 5 anni, siano stati investiti più di 72 milioni per l’efficientamento energetico e l’installazione di sistemi ad energia solare e geotermici, il vero punto di forza è rappresentato dall’energia eolica: la regione ospita l’80% delle pale eoliche presenti in Cina.