• Articolo , 7 maggio 2009
  • Cina: i buoni propositi sui tagli alla CO2

  • Miliban incontra i rappresentanti del governo cinese: “Siamo pronti ad un accordo internazionale”

(Rinnovabili.it) – La Cina ridurrà le emissioni di CO2 e si impegnerà nella lotta contro il riscaldamento globale sottoscrivendo un accordo internazionale. Lo ha rivelato il ministro inglese per il cambiamento climatico, Ed Miliband, al quotidiano britannico “The Guardian” dopo un incontro con i rappresentanti del governo cinese.
“Vedono l’impatto del cambiamento climatico sulla Cina – continua Miliband – sanno che il mondo va verso un’economia a bassa CO2 e vedono le opportunità di business che ne derivano”.
Con il consenso della Cina sarà più facile raggiungere un accordo a Copenaghen, dove a dicembre si terrà il summit Onu al quale parteciperanno anche gli Usa, impegnati a riportare la produzione di anidride carbonica ai livelli del 1990.
Nell’annunciato impegno si collocherebbe anche un piano di sostegno per il settore delle energie rinnovabili, come rivelato da Pechino lo scorso martedì. Pur non avendo fornito una data precisa, Shi Dinghuan, membro della commissione Ricerca energetica, ha dichiarato che l’iniziativa sarà pianificata a breve e sarà basata su una prospettiva di medio-lungo termine. Secondo le prime indiscrezioni il piano mirerà soprattutto ad innalzare la capacità eolica nazionale a 100-150 milioni di kWh entro il 2020.