• Articolo , 20 giugno 2007
  • Cina in testa per emissioni di CO2

  • Secondo uno studio olandese la Cina ha superato gli Stati Uniti per quantità di anidride carbonica emessa nel 2006. Preoccupante il forte sviluppo industriale e le ripercussioni sull’ambiente

È la Cina il Paese più inquinante al mondo. E’ questo il risultato di uno studio realizzato dall’Agenzia di Valutazione Ambientale Olandese, pubblicato dal quotidiano inglese “The Guardian”, secondo cui la Repubblica Popolare Cinese ha prodotto, nel 2006, più di 6 miliardi di tonnellate di anidride carbonica, superando anche le emissioni degli Stati Uniti. Il dato che fa riflettere è il ritmo con cui i cosiddetti “Paesi emergenti” accrescono le loro emissioni; quelle cinesi sono aumentate del 9% rispetto al 2005, contro l’1,4% degli Stati Uniti. In rapporto alla popolazione c’è però da precisare che la Cina inquina la metà della Gran Bretagna e addirittura un quarto degli Stati Uniti. Non mancano le iniziative da parte del governo di Pechino, che ha deciso di ridurre i consumi energetici del 20% entro il 2010 e di incentivare le fonti rinnovabili. Attualmente però il Paese è strettamente dipendente dalla fonte fossile più inquinante, il carbone. (fonte LaStampa)