• Articolo , 18 luglio 2008
  • Città del Messico in prima fila contro il cambiamento climatico

  • La responsabile all’Ambiente del Distretto Federale ha annunciato ieri un Programma di Azione Climatica che porterà a 7 milioni di tonnellate di CO2 in meno per il periodo 2008-2012

Leader nella lotta ai cambiamenti climatici. A questo sta puntando Città del Messico grazie al Programma di Azione Climatica 2008-2012 presentato ieri dalla responsabile all’Ambiente del Distretto Federale, Martha Delgado Peralta. Il nuovo piano “taglia emissioni” contiene una piacevole sorpresa, ovvero l’obiettivo di ridurre i gas ad effetto serra della metropoli del 12% l’anno, cifra ben maggiore di quanto impone il Protocollo di Kyoto ai Paesi industrializzati (solo il 5%). Nel dettaglio il piano prevede l’investimento di 60 miliardi di pesos, equivalenti a più di 3 milioni e mezzo di euro, forniti in parte dal governo cittadino ed in parte dalla vendita dei crediti di carbonio. La somma sarà distribuita su 26 iniziative differenti.
Peralta ha spiegato come attualmente il distretto federale e la zona metropolitana rilascino nell’atmosfera 60 milioni di tonnellate di CO2, che costituiscono il 9,1% delle emissioni nazionali, e addirittura l’1,5% di quelle mondiali. Per questo, ha affermato, “il Programma di Azione Climatica rappresenta un’importante opportunità per Città del Messico di contribuire seriamente nella lotta al Global Warming”.