• Articolo , 18 ottobre 2010
  • Città sostenibili, è Newcastle la più verde d’Inghilterra

  • Alla capitale britannica spetta un quinto posto conquistato grazie all’impegno e ai progetti green per il futuro ma la città più virtuosa del Regno Unito rimane, per il secondo anno consecutivo, Newcastle, reginetta della riduzione dei rifiuti, della minima impronta ecologica e dell’alta qualità della vita

(Rinnovabili.it) – Le 20 città più grandi del Regno Unito sono state protagoniste dell’ “indice delle città sostenibili”:http://www.forumforthefuture.org/files/Sustainable_Cities_Index_2010_FINAL_15-10-10.pdf all’interno di “Forum for the Future”:http://www.forumforthefuture.org/projects/sustainable-cities10, chiamate ad evidenziare e mettere in mostra le proprie prestazioni ambientali anche in termini di qualità della vita e disponibilità nell’accogliere nuove sfide green per il futuro. Analizzando i parametri dettati da 13 diversi indicatori, tra cui impatto ambientale delle attività sul territorio, l’indice, che si presenta anche come un metodo di analisi per le realtà internazionali, nel caso del Regno Unito ha assegnato il podio per il secondo anno consecutivo alla città di *Newcastle*, premiata per l’intensa attività nello sviluppo delle tecnologie pulite, per l’impegno nella diffusione dei veicoli elettrici con l’istallazione ancora in corso di 580 nuove colonnine di ricarica e per la riduzione della produzione procapite di rifiuti domestici.
Al secondo posto *Leicester*, che solo quattro anni fa occupava il quattordicesimo gradino della classifica oggi ha una delle impronte ecologiche più ridotte con un elevato tasso di riciclaggio dei rifiuti e un forte impegno nella gestione sostenibile di numerose attività. Caratteristiche queste che si ritrovano anche nella terza classificata *Bristol* ad eccezion fatta però dell’impronta ecologica ritenuta ancora assolutamente insufficiente nonostante l’ottima qualità della vita.
Si piazza invece al quinto posto *Londra*, superiore alle altre città in quanto a progetti per un futuro green vede prossima la riduzione delle emissioni e l’adattamento al cambiamento climatico nonostante la pessima qualità della vita registrata.
“Queste città leader non si sono sempre comportate bene…hanno preso tempo, hanno visioni e progetti a lungo termine. Ma ciò che hanno in comune sono le alte aspirazioni, delle strutture governative solide e politici che vedono nella sostenibiltà ambientale una priorità”, ha dichiarato Barry Rowland, chief executive del Consiglio cittadino di Newcastle.