• Articolo , 30 maggio 2011
  • City Sec, protocollo per nuove risorse energetiche

  • “Il Protocollo d’intesa che la Regione insieme a 13 Comuni marchigiani e all’Università Politecnica delle Marche firma per abbattere l’inquinamento atmosferico” ha detto l’assessore all’Ambiente Sandro Donati “non solo è importante perchè prosegue il nostro impegno nell’incentivare la green economy ma anche perchè attraverso la SVIM possiamo così accedere, anche in tempi di preoccupanti tagli […]

“Il Protocollo d’intesa che la Regione insieme a 13 Comuni marchigiani e all’Università Politecnica delle Marche firma per abbattere l’inquinamento atmosferico” ha detto l’assessore all’Ambiente Sandro Donati “non solo è importante perchè prosegue il nostro impegno nell’incentivare la green economy ma anche perchè attraverso la SVIM possiamo così accedere, anche in tempi di preoccupanti tagli alle nostre risorse, a nuovi finanziamenti europei”. Promosso dalla Svim e approvato dall’Agenzia europea per la competitività e l’innovazione fra i diversi progetti per la valorizzazione del settore energetico prende così sostanza il programma ‘CITY SEC’ che rientra in quello europeo ‘Energie intelligenti per l’Europa’. I Comuni che aderiscono al Protocollo, entro il 2020 dovranno superare l’obiettivo del 20% di riduzione delle emissioni di CO2 attraverso l’attivazione di azioni concrete e misurabili per la riduzione di emissioni inquinanti e per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il progetto City Sec coinvolge partner di sei Paesi europei. Nei territori di ciascun paese partner sono stati individuati i Comuni destinatari dell’azione di coinvolgimento nel Patto dei sindaci. Per le Marche sono stati selezionati: Ancona, Fabriano, Jesi, Senigallia, Osimo, Pesaro, Urbino, Fano, Macerata, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto. I Comuni aderenti formeranno così una SEC (Sustainable energy community), una comunità per l`energia sostenibile per diffondere la conoscenza della situazione energetica e per promuovere la consapevolezza della necessità di un cambiamento. “La sfida” ha detto anche il presidente della Community appena formata dal CITY SEC, lo Jesino Daniele Olivi accompagnato in Regione anche dal suo vice, l’assessore pesarese Giancarlo Parasecoli “è trasformare lo sviluppo sostenibile in uno sviluppo durevole”. Donati ha anche aggiunto che presto il Protocollo verrà esteso ad altri enti locali, fra Comuni e Province, che vorranno aderire.