• Articolo , 18 settembre 2009
  • Clima: i “Grandi” si incontreranno negli Stati Uniti

  • La fine di settembre sarà un momento cruciale per alzare i toni dei dibattiti internazionali in materia di ambiente e velocizzare quelli che finora sono stati negoziati troppo lenti

(Rinnovabili.it) – Alla fine del mese gli Stati Uniti saranno teatro di tre importanti eventi: il G20, il vertice sul Clima degli Stati Uniti e la conferenza dell’AOSIS, l’Alleanza degli Stati delle Piccole Imprese.
Giornate cruciali, dunque, per il futuro del globo e del suo stato di salute le cui discussioni partono ora con un nuovo slancio dopo l’annuncio dell programma di riduzione delle emissioni da parte del giapponese Hatoyama che punta alla diminuzione delle emissioni dannose del 25% entro il 2020 rispetto ai livelli del 1990.
”Questa è un’opportunità unica per dimostrare la volontà politica di affrontare il riscaldamento globale”, ricorda Kim Carsensten, leader della Global Climate Initiative del WWF, ”il Giappone ha dato il buon esempio e ora tutti gli altri leader dovrebbero dimostrare coraggio e essere all’altezza del loro ruolo. Senza impulsi politici nuovi e vigorosi, i negoziati rischiano di affondare”.
I temi affrontati riguarderanno soprattutto le iniziative in merito alla lotta al climate change per rimanere sotto la soglia di innalzamento della temperatura fissato a 2 gradi, anche sfruttando le tecnologie innovative del risparmio energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili.