• Articolo , 4 luglio 2011
  • Clima: si scaldano velocemente le acque di Groenlandia e Antardide

  • Aumenta la concentrazione di gas serra, aumenta la temperatura globale, si sciolgono i ghiacci e salgono i livelli delle acque. Un fenomeno, questo, che interessa tutti i mari del Pianeta ma che in Antartide e in Groenlandia sta causando un veloce surriscaldamento delle acque

(Rinnovabili.it) – Una ricerca internazionale mostra che, per tutto il secolo, *le acque della Groenlandia e dell’Antartide* con profondità compresa tra i 200 e i 500 metri e circondate da lastre di ghiaccio si riscalderanno rispettivamente tra 1,7 e 2 °C e 0,5 e 0,6 ° C.
“A causa dell’aumento della concentraziona di gas ad effetto serra, l’oceano assorbirà più calore ed energia nel corso di questo secolo e del prossimo. Questo renderà l’oceano più caldo nel suo complesso, compresi gli strati sotto la superficie”, ha detto Jianjun Yin SINC, autore e ricercatore presso il Dipartimento di Geoscienze dell’Università dell’Arizona. Lo studio, pubblicato on line su Nature Geoscience, ha permesso di analizzare simulazioni per il XXI secolo attraverso *19 diversi modelli climatici* basati su uno scenario di fascia media di emissioni. I risultati confermano che l’oceano sotto la superficie manterrà una temperatura compresa tra 1,7 e 2 °C nei pressi della Groenlandia, e 0,5 e 0,6 °C nei pressi dell’Antartide.

“Tuttavia, se le emissioni manterranno il loro rapido ritmo di salita, la situazione sarà peggiore”, ha concluso Yin.
Le temperature delle acque intorno alla Groenlandia aumenteranno grazie all’influsso delle correnti del Nord Atlantico e della Corrente del Golfo che portano le acque subtropicali agli fino oceani polari. “Anche se i modelli prevedono che questo rilascio di calore si ridurrà nel corso del secolo, le acque calde delle basse latitudini si accumuleranno negli strati sotto la superficie e provocheranno un ulteriore riscaldamento”, ha detto Yin agggiungendo la preoccupazione per una graduale riduzione delle masse di ghiaccio e per il conseguente aumento dei livelli delle acque.