• Articolo , 14 gennaio 2008
  • Clima:”Sei gradi possono cambiare il pianeta”

  • Sarà presentato oggi al Festival delle Scienze di Roma il film di Mark Lynas. Un’anteprima assoluta sul futuro del mondo, nell’eventualità che la temperatura si alzi

Mancano solo sei gradi prima che la foresta amazzonica scompaia, l’oceano artico sia privo di ghiaccio portando ad una modifica radicale della vita sul nostro pianeta. E’ quello che mostra il documentario del National Geographic Channel dal titolo “Sei gradi possono cambiare il mondo” presentato oggi in anteprima all’Auditorium di Roma, in occasione del Festival delle Scienze di Roma e riproposto in tv il 3 febbraio. “Six Degrees” si presentano come una panoramica dei possibili scenari futuri e dei differenti mutamenti determinati, grado per grado, dall’aumento della temperatura della Terra. Girato nei cinque continenti, utilizzando la più avanzata computer grafica, il film si avvale delle testimonianze di scienziati e non per raccontare i cambiamenti climatici, studiati o vissuti in prima persona. “Quanto stiamo osservando va al di là delle proiezioni che erano state fatte solo una decina di anni fa. Ci sono in atto grandi cambiamenti e il tutto non è facile da spiegare”, ha commentato Dian Seidel, meteorologa del National Oceanic and Atmospheric Administration. La pellicola è tratta dal libro del giornalista britannico Mark Lynas, che ha analizzato migliaia di riviste e studi scientifici per delineare una vera e propria roadmap del Global Warning dei prossimi 100 anni. (fonte la stampa)