• Articolo , 14 febbraio 2011
  • Climate change, anche gli assicuratori Uk devono mettersi al passo coi tempi

  • Nuove strategie e prodotti ad hoc. Di questo ha bisogno il mondo che cambia e che ogni giorno combatte con i danni causati dall’innalzamento della temperatura globale. A sollevare la questione sarà il ministro dell’Ambiente Uk

(Rinnovabili.it) – Il ministro dell’Ambiente britannico, Lord Henley, ha suggerito agli assicuratori di mettersi al passo coi tempi realizzando nuove polizze e prodotti che siano più attuali e che mettano in conto le problematiche legate agli agenti atmosferici e al cambiamento climatico, fattori di rischio per persone e aziende.
L’annuncio avverrà in maniera formale in occasione dell’incontro dell’UNEP in programma per domani, durante il quale il ministro solleciterà le compagnie assicurative a trovare modelli in grado di sostenere ed aiutare le imprese nella gestione dei rischi in caso, ad esempio, di siccità o inondazioni. “Il settore dei servizi finanziari UK può rubare qualcosa alla concorrenza, sviluppando e mettendo in vendita nuovi prodotti legati alla situazione meteo e al clima” dirà durante l’incontro “E nello stesso modo in cui abbiamo nominato Londra come il centro mondiale per il _carbon trading_, gli investimenti legati alla resilienza del clima saranno potenzialmente più attraenti e potrebbero portare i rendimenti maggiori”.
Proprio lo scorso mese l’UNEP annunciò le serie difficoltà che il settore assicurativo si trova ad affrontare, con continue uscite determinate dall’aumento dei danni alle imprese per eventi climatici distruttivi. Per questo il panel dell’ONU ha chiesto agli scienziati, agli assicuratori e ai decisori politici maggiore collaborazione al fine di determinare strategie che alla base abbiano dati e modelli previsionali precisi.
A dimostrazione dell’interesse per la questione _”clima”_ il DEFRA, il dipartimento per l’ambiente, alimenti e gli affari rurali e l’associazione degli assicuratori britannici (ABI) hanno già firmato un accordo che garantirà l’accesso delle proprietà a rischio inondazioni nei regimi assicurativi.
“Utilizzando le più recenti evidenze scientifiche per aiutare le persone e le imprese a gestire i rischi legati ai cambiamenti climatici, gli assicuratori svolgono un ruolo critico nell’aumentare la sopravvivenza dell’economia del Regno Unito”, confermerà il ministro. “Il Governo sosterrà il settore assicurativo, continuando a fornire prove scientifiche all’avanguardia sui cambiamenti climatici ipotizzati nel Regno Unito”.