• Articolo , 27 giugno 2008
  • Codacons, Milano tra città inquinate al mondo, più decisione

  • “Invitiamo il sindaco Moratti ad intervenire con molta più decisione contro lo smog. L’Ecopass è solo una goccia in un mare di provvedimenti che andrebbero ancora presi”. Lo afferma il presidente del Codacons Marco Maria Donzelli, a commento dell’inserimento di Milano nella classifica delle 10 città più inquinate del mondo ad opera della rivista americana […]

“Invitiamo il sindaco Moratti ad intervenire con molta più decisione contro lo smog. L’Ecopass è solo una goccia in un mare di provvedimenti che andrebbero ancora presi”. Lo afferma il presidente del Codacons Marco Maria Donzelli, a commento dell’inserimento di Milano nella classifica delle 10 città più inquinate del mondo ad opera della rivista americana ”Popular Science”. “Una notizia passata sotto silenzio – prosegue Donzelli – che invece avrebbe dovuto suscitare l’indignazione dei milanesi e occupare le prime pagine di tutti i quotidiani locali. Non sappiamo se il poco scalpore sia dovuto all’ora tarda in cui e’ giunta la notizia nelle redazioni, se perchè ci si riferisce a dati del 2006. Non vorremmo, però, che ci si illudesse che il blando, per quanto condivisibile, provvedimento dell’Ecopass abbia risolto la situazione. La realtà – conclude il presidente del Codacons – è che ogni anno a Milano continuano a morire più di 1.200 persone solo per colpa dell’inquinamento da PM10”. Tra le proposte dell’associazione per ridurre lo smog a Milano figurano: l’introduzione di un secondo Ecopass all’ingresso della città, l’ampliamento della validità temporale dei biglietti di tram e bus da 75 a 90 minuti; la possibilità di utilizzare la metropolitana con un solo biglietto sia nel viaggio di andata che in quello di ritorno e la riduzione delle strisce a pagamento in prossimità dei varchi dell’Ecopass.