• Articolo , 14 luglio 2009
  • Coldiretti: i “palazzinari dell’energia” vanno fermati

  • Le energie rinnovabili hanno bisogno di incentivi e di nuove norme che per la Coldiretti, fermino le speculazioni garantendo, nel futuro, l’autonomia energetica dell’Italia

(Rinnovabili.it) – La Coldiretti, insieme al Comitato per il Paesaggio e agli Amici della Terra hanno organizzato, in data 15 luglio, un incontro intitolato ”Le speculazioni dell’eolico – I Palazzinari dell’energia”. Le associazioni organizzatrici, insieme a numerose altre associazioni ambientaliste, cercheranno di sensibilizzare circa la necessità di nuove incentivazioni e nuove regole volte alla diffusione e allo sviluppo delle energie rinnovabili senza devastazione ambientale nè speculazione economica.
Uno dei temi centrali della discussione, che si terrà domani a Palazzo Rospigliosi, sarà incentrata sulla necessità che le rinnovabili si sviluppino in modo da garantirci un futuro energetico autonomo che non danneggi l’ambiente.
Gli organizzatori si scagliano contro quelli che chiamano i “palazzinari dell’energia” che consumano vaste aree per produrre una quantità irrisoria di energia. A tal fine, secondo la Coldiretti, vanno evitate le speculazioni in modo da tenere sotto controllo la crescita indiscriminata di istallazioni, come le torri eoliche, che deturpano il paesaggio senza garantire una produzione di energia soddisfacente. Rinnovabili si, ma che siano utili al mercato energetico senza minare l’identità delle popolazioni residenti puntando all’incentivazione della lotta contro l’ “eolico selvaggio” considerato una speculazione territoriale volta ad un interesse economico piuttosto che ambientale ed energetico.