• Articolo , 6 marzo 2008
  • Coldiretti: meno imballaggi, spesa più ecologica ed economica

  • Nel corso del forum sui Rifiuti a Roma, l’Organizzazione di Sergio Marini ha stilato un vero e proprio vademecum per ridurre gli scarti della spesa alimentare ed ottenere un risparmio del 30% sul prezzo dei prodotti

Ridurre il volume dei rifiuti che arrivano nelle discariche privilegiando i prodotti sfusi o acquistati direttamente dai produttori e attrezzarsi per riciclare direttamente in casa gli scarti dei pasti e trasformarli in compost per fertilizzare il terreno. Il consiglio arriva da Sergio Marini, presidente di Coldiretti, nel corso del forum sui rifiuti promosso oggi a Roma dall’organizzazione. Una spesa consapevole, spiega Marini, non solo ridurrebbe di un terzo la nostra spazzatura, ma sarebbe in grado di far risparmiare i consumatori fino al 30%. Dal 2000 ad oggi, secondo le stime di Coldiretti, c’é stato un aumento di 1 milione di tonnellate di imballaggi che finiscono nella spazzatura (un incremento del 9%), prodotti, per oltre due terzi del totale dal settore agroalimentare. La strategia vincente sta allora nel consumo dei prodotti che non producono imballaggi, così come nella scelta di prodotti freschi, oppure delle confezioni famiglia al posto delle monodose, nell’acquisto di prodotti usa e getta solo se in materiale riciclabile. Il tutto da riporre nelle “bioshoppers” al posto della tradizionale borsa di plastica. Ridurre gli imballaggi insomma “dà una mano al portafoglio – conclude il presidente di Coldiretti – ma anche all’ambiente”.