• Articolo , 18 giugno 2010
  • Coldiretti, nasce primo Gruppo di Acquisto Ecologico

  • Insieme a Legambiente, Coldiretti Basilicata avvia il primo Gruppo di acquisto ecologico (G.A.E.) del capoluogo lucano. Nato dall’esigenza di realizzare concretamente “la filiera corta” per tutelare al massimo produttore e consumatore, il G.A.E., organizzato dal circolo “Ken Saro WiWa”, vede la sinergia di Legambiente Basilicata, Coldiretti Basilicata, le Associazioni Agrimercato di Potenza e Matera e […]

Insieme a Legambiente, Coldiretti Basilicata avvia il primo Gruppo di acquisto ecologico (G.A.E.) del capoluogo lucano. Nato dall’esigenza di realizzare concretamente “la filiera corta” per tutelare al massimo produttore e consumatore, il G.A.E., organizzato dal circolo “Ken Saro WiWa”, vede la sinergia di Legambiente Basilicata, Coldiretti Basilicata, le Associazioni Agrimercato di Potenza e Matera e la Cooperativa sociale “Una terra”.
Il G.A.E., a cadenza settimanale, propone ai soci consumatori una “lista della spesa” composta in base alla stagionalità e disponibilità di prodotti agricoli.
Coldiretti Basilicata, attraverso un protocollo d’intesa con Legambiente, assicura la fornitura prodotti sani, garantiti e controllati provenienti dalle aziende agricole lucane associate e costantemente monitorate.
Questi prodotti formano così una “cassetta famiglia” al costo orientativo di 10 euro, che viene proposta ai soci del G.A.E.
Grande successo ha avuto l’iniziativa nel capoluogo lucano. Dopo alcuni mesi dalla sua nascita, infatti, hanno aderito al gruppo già 150 famiglie con una media settimanale di una quarantina di ordini d’acquisto.
“Costruire una filiera tutta lucana – ha affermato il presidente provinciale Saverio Dalessandro – non è un’utopia. Il successo del G.A.E. e delle altre iniziative che Coldiretti sta portando avanti sul territorio nazionale e regionale, è la risposta concreta alla sfida lanciata allo strapotere della grande distribuzione organizzata (G.D.O.) che detta i prezzi al mercato a danno di produttori e consumatori. Coldiretti invece propone il consumo a Km zero che, oltre a garantire il sostegno delle economie locali, valorizza le culture rurali, ed offre, al giusto prezzo, maggiori certezze ai consumatori in fatto di tutela ambientale e sicurezza alimentare.”
Promuovere un nuovo modo di consumare più attento e responsabile è l’obbiettivo comune che ha spinto le Associazioni a creare il G.A.E. Il gruppo si inserisce in un circuito di promozione più ampio che Coldiretti sta concretizzando a livello regionale con i Mercati di Campagna Amica.