• Articolo , 24 giugno 2011
  • Collaborazione Germania-Usa sul fotovoltaico di nuova generazione

  • Gli scienziati dei due paesi collaboreranno sul miglioramento della tecnologia di produzione delle celle solari a film sottile e sulla produzione di “idrogeno solare”

(Rinnovabili.it) – Il Dipartimento del Laboratorio Nazionale di Energia energie rinnovabili (NREL) e la tedesca Helmholtz Association, sono pronti a dar vita ad una proficua collaborazione scientifica. I due istituti hanno firmato ieri un Memorandum of Understanding (MOU) che individua alcuni temi chiave della ricerca congiunta, finalizzata ad accelerare lo sviluppo della prossima generazione di fotovoltaico. L’intesa è stata firmata a Berlino dal Direttore del NREL Director Dan Arvizu, e dai capi di tre istituti di ricerca all’interno dell’Helmholtz, il FZ Jülich, l’Helmholtz Center Berlin (HZB) e il Centro Aerospaziale Tedesco (DLR).
Gli scienziati tedeschi e americani lavoreranno dunque insieme per sintetizzare nuovi materiali da impiegare nelle celle solari occupandosi anche di sviluppare e utilizzare tecniche di imaging veloce per aiutare a caratterizzarli sul film sottile dalla scala micrometrica a quella nanometrica. Tra i temi della collaborazione uno spazio di tutto riguardo sarà destinato ai sistemi di fotoelettrolisi dell’acqua per la produzione dell’idrogeno, con un focus particolare sulla ricerca di nuovi e più efficienti catalizzatori. Si affronterà infine anche il miglioramento delle prestazioni dei sistemi termodinamici. “Questo accordo prometterà di far progredire le nostre conoscenze e lo sviluppo di nuovi materiali e tecnologie che costituiranno la base delle celle solari di nuova generazione”, ha commentato Arvizu.