• Articolo , 7 settembre 2007
  • Come cambia il clima in Italia!

  • Cambiamenti climatici più veloci nella nostra penisola. Queste le conclusioni di una serie di ricerche svolte dal CNR

Non sono di certo incoraggianti i dati emersi oggi nel corso della presentazione di un volume del CNR che raccoglie le ricerche più recenti svolte dall’Ente in ambito climatico. Sul fronte delle temperature la variazione registrata sul nostro Paese è di un grado in circa 100 anni (1865-2003), più alta del valore medio registrato su scala globale, che è di 0,74 gradi /100 anni (dati IPCC dal 1906 al 2005). Analoghi aumenti si sono avuti anche nelle acque: nel 1956 la temperatura dell’acqua del Lago Maggiore era di 5,8 gradi, nel ‘63 è stata di 5,9 gradi, nel 1979 di 6 gradi, nel 2006 la temperatura ha segnato 6,22 gradi. Significativo l’aumento delle ondate di calore, decisamente in crescita: il numero dei giorni “caldi” registrati nei mesi estivi, da giugno a settembre, è passato dal 10% del decennio 1960-1970 al 40% del decennio 1990-2000. Infine per ciò che riguarda le precipitazioni si registra una forte riduzione negli ultimi 50-60 anni: nell’Italia meridionale piove il 12-13 per cento in meno, in quella settentrionale la diminuzione è compresa tra 8 e 9 per cento. Si nota inoltre un notevole aumento nella frequenza di eventi di grandine, soprattutto nei periodi primaverili. (fonte Ansa)