• Articolo , 19 ottobre 2009
  • Come soddisfare il fabbisogno energetico mondiale e garantire uno sviluppo sostenibile?

  • Fondazione Eni Enrico Mattei. Dopo aver partecipato al Festival della Scienza di Genova, il prof. Richard A. Muller sbarcherà a Milano alla Fondazione Eni Enrico Mattei per una lezione sui temi della sicurezza energetica mondiale e delle energie alternative. Muller, professore di fisica all’Università di Berkeley, è uno scienziato di fama mondiale e fidatissimo consulente […]

Fondazione Eni Enrico Mattei. Dopo aver partecipato al Festival della Scienza di Genova, il prof. Richard A. Muller sbarcherà a Milano alla Fondazione Eni Enrico Mattei per una lezione sui temi della sicurezza energetica mondiale e delle energie alternative. Muller, professore di fisica all’Università di Berkeley, è uno scienziato di fama mondiale e fidatissimo consulente del Dipartimento della Difesa del governo americano. Ha vinto in passato la prestigiosa McArthur Fellowship, più nota come “Genius Award”. Il suo ultimo libro “Fisica per futuri presidenti”, basato sulle sue lezioni a Berkeley, è ritenuto un capolavoro della divulgazione scientifica. La lezione del prof. Muller “ENERGIA ED ENERGIE ALTERNATIVE SULLA STRADA DI COPENHAGEN” si terrà martedì 27 ottobre presso la Fondazione Eni Enrico Mattei in Corso Magenta 63 a Milano a partire dalle ore 18.00 ed è aperta al pubblico. Il prof. Muller analizzerà due tra le questioni più complesse che imprese e governi dovranno affrontare in futuro: garantire la sicurezza energetica e contenere i pericoli del riscaldamento globale. La scelta è resa ancor più complessa dalla disponibilità di fonti energetiche alternative e di nuove tecnologie, quali l’energia solare, eolica, nucleare, geotermica e i biocombustibili. Quali sono quindi le scelte che hanno più probabilità di soddisfare il fabbisogno energetico mondiale? Alcune politiche (ad esempio, l’efficienza energetica e la conservazione dell’energia) rispondono contemporaneamente al bisogno di sicurezza energetica e alle esigenze del cambiamento climatico, mentre altre (ad esempio, la scelta del carbone liquefatto) risultano contraddittorie. Le economie emergenti sono al centro del dibattito sul cambiamento climatico, ma è difficile prevedere come potranno limitare le emissioni di anidride carbonica. La tesi avanzata dal prof. Muller è che, per essere sostenibile, l’energia alternativa dovrà essere remunerativa. Nella lezione, il prof. Muller collocherà questi problemi in prospettiva, analizzandone l’impatto nei negoziati che stanno per iniziare a Copenhagen. Introdurrà la lezione Leonardo Maugeri, Direttore Strategie e Sviluppo dell’Eni