• Articolo , 11 settembre 2008
  • Comissione UE: biofuel ok, ma più efficienza

  • L’Europa impone una maggiore efficienza nella produzione di biocarburanti, anche per disincentivare l’uso di materie prime alimentari per la loro produzione

Biocarburanti sì, ma più efficienti. Con questa decisione la Commissione industria ricerca ed energia del Parlamento europeo ha dato il via libera alla direttiva sulla promozione delle energie rinnovabili.
La Commissione UE ha così alzato il livello di efficienza energetica dei bio-combustibili passando dal 35% al 45%. Ed entro il 2020 l’obiettivo sarà quello di incrementare fino alla soglia del 10% i consumi di biofuel in relazione li consumo totale di carburante. La decisione è però avversata da diverse Ong e da alcuni esperti che hanno denunciato la scarsa efficienza dei biocombustibili e gli effetti che questo utilizzo ha avuto ed ha tutt’ora sull’aumento dei prezzi alimentari. Con l’innalzamento della soglia dell’efficienza vengono in parte accolte queste riserve. Infatti il tetto del 45% non esclude l’uso di materie prime agricole di largo consumo, ma rende necessaria la realizzazione di impianti più efficienti se si vorrà continuare a produrre bioetanolo e biodiesel da mais, grano e da olio di colza.