• Articolo , 13 maggio 2008
  • Commissione Europea: il ruolo verde delle TIC

  • La Commissione Europea ha oggi annunciato di voler promuovere l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni per migliorare l’efficienza energetica di tutti i settori dell’economia

Promuovere l’utilizzo delle TIC al fine di migliorare l’efficienza energetica di tutti i settori dell’economia, a partire dall’edilizia, passando per l’illuminazione, per arrivare all’intera rete elettrica. Queste le dichiarazioni odierne della Commissione europea. Il settore delle Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni, che attualmente rappresenta il 2% delle emissioni mondiali di CO2, deve aspirare a divenire totalmente “carbon neutral”. Ciò avverrà mediante un rafforzamento della ricerca, lo sviluppo e la distribuzione di componenti e sistemi, integrati da accordi volontari, ad esempio in materia di appalti verdi. “Per conseguire gli obiettivi di efficienza energetica che l’Europa si è data per il 2020 occorre un’economia in forte crescita e a basse emissioni di carbonio. La ricerca e la rapida adozione di soluzioni TIC, innovative e a basso consumo energetico, saranno due fattori determinanti per ridurre le emissioni in tutti i settori economici. – ha dichiarato Viviane Reding, commissaria responsabile della Società dell’informazione e dei media – Dobbiamo puntare ad una situazione vantaggiosa per tutti, nella quale le TIC promuovano la competitività dell’industria dell’UE conducendo allo stesso tempo la lotta contro i cambiamenti climatici in prima linea”. Per dimostrare che questa tecnologia verde può portare a “un basso contenuto di carbonio e ad una forte crescita” per l’economia nel suo complesso, la Commissione si concentrerà su tre settori ad alta intensità energetica:
-La produzione e la distribuzione di energia potrebbero aumentare la loro efficienza rispettivamente del 40% e del 10%; le TIC possono migliorare la gestione delle reti elettriche e facilitare l’integrazione delle fonti di energia rinnovabili: in Danimarca l’eolico produce il 20% di tutta l’energia elettrica
-Gli impianti di riscaldamento, raffreddamento e illuminazione degli edifici rappresentano oltre il 40% del consumo energetico europeo. Le TIC possono monitorare continuamente i dati al fine di ottimizzare l’illuminazione e la ventilazione e fornire ai consumatori in tempo reale gli aggiornamenti sul loro consumo di energia per stimolare cambiamenti comportamentali: in Finlandia un sistema di contatori intelligenti ha migliorato l’efficienza energetica del 7%
-Il semplice passaggio alle lampadine a basso consumo potrebbe dimezzare il consumo energetico attuale entro il 2025.