• Articolo , 17 settembre 2009
  • Commissione UE e AG 21: uniti per il clima

  • Il Patto dei Sindaci a favore di nuove politiche energetiche in linea con il programma di Agenda 21

(Rinnovabili.it)- Siglato da oltre 500 comui in tutta Europa, 120 dei quali sono italiani, il “Patto dei Sindaci”:http://www.eumayors.eu/mm/staging/library/CoM_text_layouted/Texte_Convention_IT.pdf, il cui garante è Pedro Ballesteros Torres, è la dimostrazione tangibile dell’impegno che l’Agenda 21 sta mettendo in pratica per promuovere a livello locale e nazionale politiche di sviluppo sostenibie e attività energetiche alternative.
La Commissione Europea, che ha investito molto in credibilità e fiducia riguardo il programma delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, firmerà sabato 19 settembre ad Arenzano (GE), un accordo con Agenda 21, identificatolo come uno strumento capillare, capace di promuovere l’impegno nella lotta ai cambiamenti climatici nel nostro paese.
Inoltre la sottoscrizione dell’accordo coinciderà con l’inaugurazione della decima Assemblea annuale di Agenda 21 Italia che si terrà sempre nella provincia di Genova presso la Fondazione Muliva.
Andris Piebalgs, commissario europeo per l’energia ha detto:
“La maggior parte dell’energia prodotta in Europa viene consumata nelle aree urbane. La battaglia contro il cambiamento climatico sarà combattuta e vinta nelle città. Per questo motivo, l’impegno che si sono assunti oggi i primi cittadini di molte città europee firmando il Patto dei Sindaci costituisce un forte messaggio di speranza, soprattutto nel difficile periodo che stiamo attraversando”.
In Italia difatti l’impegno da parte delle città è sempre più vivo e ciò va ad incidere positivamente nel quadro delle azioni a favore della salvaguardia ambientale, ha inoltre affermato a sostegno di ciò Emilio D’Alessio, presidente di Agenda 21 Italia.