• Articolo , 25 novembre 2010
  • Community Energy Online, il sito web che avvicina gli inglesi alle rinnovabili

  • Il Regno Unito deve dare un’ulteriore spinta alla generazione domestica di energia da fonte rinnovabile. All’interno del discorso del Ministro Barker l’annuncio di un nuovo sito web dove i consumatori potranno trovare maggiori informazioni su come contribuire a definire un futuro green per il paese

(Rinnovabili.it) – Afferrare le nuove opportunità incentrate sull’efficienza energetica, partecipare attivamente alla green revolution e spingere per divenire il più autosufficienti possibile dal punto di vista energetico. Questo il succo del discorso del Ministro del Cambiamento Climatico britannico, Greg Barker, in occasione della conferenza annuale _Combined Heat and Power Association_ durante la quale il ministro ha ribadito l’importanza di istallare impianti per la generazione di energia pulita. Via quindi alla progettazione e alla realizzazione di centrali di cogenerazione e centrali elettriche, turbine eoliche o idriche, provvedendo anche all’istallazione di reti di teleriscaldamento a livello cittadino.
Per avvicinare le comunità ai nuovi approcci, che puntano all’avanzamento del green tech e alla simultanea riduzione delle emissioni dannose solitamente collegate allo sfruttamento di fonti fossili, Barker ha lanciato il nuovo sito web _Community Energy Online_ che, realizzato grazie all’impegno dei gruppi locali e gli organismi di settore con il supporto del DECC, potrà aiutare i consumatori e tutti colori abbiano bisogno di informazioni a capire come generare energia in maniera autonoma.
Durante l’incontro il ministro ha affermato “Community Energy è l’espressione perfetta della capacità di trasformazione delle Grandi Società. Con la giusta combinazione tra incentivi e libertà le comunità, i gruppi di affari e le organizzazioni potranno collaborare alla realizzazione di un futuro pulito, green. Potranno generare autonomamente il calore e l’elettricità e trarne profitto oltre ad aiutare l’UK a risparmiare energia contribuendo alla riduzione delle emissioni di carbonio”.