• Articolo , 19 settembre 2011
  • Comunità, ecco gli accordi per lo sviluppo sostenibile dell’ambiente

  • Provincia e Comunità di valle, insieme, con importanti progetti, iniziative ed interventi di promozione dello sviluppo sostenibile dell’ambiente. Questo il senso della firma con la quale il vicepresidente ed assessore all’ambiente, Alberto Pacher e i presidenti di tre Comunità – Alessio Migazzi (Valle di Sole), Luca Sommadossi (Valle dei laghi) e Sandro Dandrea (Valsugana e […]

Provincia e Comunità di valle, insieme, con importanti progetti, iniziative ed interventi di promozione dello sviluppo sostenibile dell’ambiente. Questo il senso della firma con la quale il vicepresidente ed assessore all’ambiente, Alberto Pacher e i presidenti di tre Comunità – Alessio Migazzi (Valle di Sole), Luca Sommadossi (Valle dei laghi) e Sandro Dandrea (Valsugana e Tesino) – hanno sottoscritto oggi altrettanti accordi di programma. Quasi un milione di euro (“una cifra importante – ha detto Pacher – in un momento nel quale la selezione è necessaria, a conferma dell’attenzione verso la green economy, sempre più stategica per il Trentino”) andranno a progetti che dovranno essere conclusi entro 18 mesi. Per la prima volta le Comunità entrano nel meccanismo diretto di iniziative concrete che riguardano biodiversità, minor inquinamento dell’aria, recupero di fiumi e laghi, gestione dei rifiuti, mobilità alternativa.

“Le Comunità diventano così davvero protagoniste nella vita del territorio – ha detto Pacher, nella sala stampa di piazza Dante, dove è stato sottoscritto l’accordo – grazie a quel Fondo per lo sviluppo sostenibile”.
Enrico Menapace, responsabile del Servizio valutazione ambientale, ha ricordato infatti come ogni anno i Comuni e gli Enti locali possono presentare nella piena autonomia proposte di progetto nell’ambito del Fondo per lo sviluppo sostenibile (che mette a disposizione complessivamente un milione e mezzo di euro all’anno): ad oggi i progetti aperti sono 46 e per il 2011 è in fase di redazione la graduatoria di merito. Ed è appunto all’interno del Fondo che è stato istituito (nello scorso maggio) il nuovo strumento finanziario dell’accordo di programma rivolto alle Comunità di Valle. Si punta a promuovere uno sviluppo sostenibile dell’ambiente che tenga conto delle principali criticità ambientali e si ricerca una più puntuale definizione degli ambiti di attività e un migliore coordinamento delle esigenze ambientali dei territori, favorendo forme di collaborazione intercomunale.
Oggi la sottoscrizione dei primi tre accordi di programma con le Comunità Valle di Sole, Valle dei Laghi e Valsugana e Tesino. L’anno prossimo, secondo un principio della rotazione del contributo, toccherà ad altre Comunità.
La valle di Sole punta su biodiversità, tutela e valorizzazione ambientale (analisi ambientale e socio-economica del Fiume Noce); paesaggio e fonti energetiche rinnovabili (biomassa, geotermico, filtri antiparticolato), comunicazione e formazione ambientale per i giovani (stima costi: 330 mila euro).
Valsugana e Tesino ha inserito nell’accordo rifiuti (gestione dei rifiuti in ambito edilizio, raccolta porta a porta, comunicazione); mobilità sostenibile (bike sharing, piste ciclabili); biodiversità e paesaggio (oasi Valtrigona, cartellonistica, museo della flora e della fauna, valorizzazione del fiume Brenta); energia (biogas deiezioni zootecniche). La stima dei costi è di circa 308 mila euro.
Infine la valle dei Laghi con la riqualificazione e valorizzazione della fascia lago (in funzione delle pedonabilità circumlacuale e delle balneabilità); ecoparco dei laghi (museo diffuso); rifiuti (percorso partecipato per la realizzazione di un biodigestore). Costi stimati: 340 mila euro.