• Articolo , 1 ottobre 2010
  • Con “RisparmiArte” i bambini scoprono l’energia

  • I bambini scoprono l’energia e la sua vita. Inizia il 6 ottobre “RisparmiARTE. Educazione al risparmio energetico e recupero di materie seconde”, un laboratorio per i bambini del Centro Arcobaleno di Pistoia organizzato dallo SPER Sportello pistoiese Energie Rinnovabili. Una attività educativa che è fortemente voluta dallo Sportello, nato a giugno su iniziativa dell’assessorato alle […]

I bambini scoprono l’energia e la sua vita. Inizia il 6 ottobre “RisparmiARTE. Educazione al risparmio energetico e recupero di materie seconde”, un laboratorio per i bambini del Centro Arcobaleno di Pistoia organizzato dallo SPER Sportello pistoiese Energie Rinnovabili. Una attività educativa che è fortemente voluta dallo Sportello, nato a giugno su iniziativa dell’assessorato alle politiche energetiche della provincia di Pistoia, in collaborazione con il Centro nazionale energie rinnovabili di Rispescia e con il circolo di Pistoia di Legambiente, per la diffusione di una corretta informazione su tutti gli aspetti legati ad un uso razionale dell’energia, al risparmio energetico ed alla produzione di energia da fonti rinnovabili.
Infatti, quelli del risparmio energetico e del recupero delle materie seconde sono temi sentiti e sempre più attuali. Per sensibilizzare i cittadini, fondamentale è una corretta educazione, a partire dall’infanzia. Questo è quanto si propone lo SPER con il progetto RisparmiARTE, un vero laboratorio creativo indirizzato a piccoli artisti consumatori. Infatti intenzione dello SPER sarebbe quella, dopo questa prima esperienza con i bambini del Centro Arcobaleno, di ampliare l’offerta sul territorio.
Lo svolgimento del laboratorio è già definito ma anche capace di adattarsi alle diverse esigenze di gruppi di bambini.
Ogni laboratorio, strutturato in dieci incontri aventi cadenza settimanale, prevede una fase iniziale di sistemazione e personalizzazione dello spazio a disposizione per il lavoro ed una successiva di realizzazione di piccoli manufatti energetico-artistici. A tal fine verrà riutilizzato materiale di scarto, riciclando quanto i piccoli artisti porteranno e si scambieranno ad ogni incontro. Se ne individueranno i consumi e i risparmi. Verranno creati oggetti che sfruttano le energie, non producono rifiuti, dal valore educativo, ma anche utili! Si analizzeranno tematiche come il risparmio dell’acqua, lo sfruttamento del sole e gli effetti dei consumi sulla terra: s’imparerà lavorando e divertendosi.
Il percorso culminerà in un evento finale momento di scambio e confronto festoso tra bambini, famiglie e operatori, in cui i giovani partecipanti avranno il piacere di illustrare gli argomenti trattati e mostrare i lavori prodotti.