• Articolo , 29 aprile 2009
  • Con il giro d’Italia nasce il ristorante solare

  • La “Prosecco” e Ca’ Del Poggio pedalano insieme per l’Africa.
    In occasione della tappa valdobbiadenese della corsa rosa il locale di San Pietro di Feletto cucinerà grazie ad un impianto fotovoltaico: ricavato in beneficenza

Il ciclismo, sport ecologico per eccellenza, si preoccupa della tutela dell’ambiente. L’anno scorso la Prosecco Cycling Classic è stata la prima granfondo italiana ad utilizzare un impianto fotovoltaico per soddisfare il proprio fabbisogno energetico. In Piazza Marconi, a Valdobbiadene, venne allestito un palco alimentato dall’energia solare e la Prosecco Cycling Classic dimostrò che anche un grande evento sportivo poteva sfruttare, senza problemi, l’energia pulita, rinnovabile e a basso costo prodotta da un sistema di pannelli fotovoltaici.

Quella significativa esperienza verrà trasferita, il prossimo 11 maggio, in occasione del passaggio del Giro d’Italia, al ristorante Ca’ del Poggio, a San Pietro di Feletto, nei cui pressi è posizionato uno dei passaggi più impegnativi della terza tappa della corsa rosa, che porterà i ciclisti da Grado a Valdobbiadene.

Quel giorno, a Ca’ del Poggio, verrà proposto un menù, a tema con il Giro d’Italia, cucinato con un impianto fotovoltaico fornito da Soleremo, azienda di Tarzo impegnata dall’anno scorso, a fianco della Prosecco Cycling Classic, in un progetto di solidarietà in Africa. “Il palco ecologico della Prosecco Cycling Classic ci ha suggerito l’idea di una cucina ecologica – spiega Alberto Stocco, titolare di Ca’ del Poggio -. Cucina ecologica perché valorizzerà i prodotti tipici del territorio, a partire dal Prosecco Doc di Valdobbiadene. Ma cucina ecologica anche perché legata all’utilizzo di un’energia pulita come quella del sole”.

Lo sport, e il ciclismo in particolare, a San Pietro di Feletto, dove il Giro d’Italia s’inerpicherà su una collina battezzata il Muro di Ca’ del Poggio, si legherà dunque al concetto di ecologia intesa anche come tutela dei prodotti agroalimentari tipici. Ma non è tutto: parte del ricavato del pranzo dell’11 maggio, rigorosamente a tema con la corsa rosa, sarà devoluto da Ca’ del Poggio al progetto Luce per l’Africa, che, grazie al sodalizio tra la Prosecco Cycling Classic e Soleremo, prevede la costruzione di impianti fotovoltaici nelle zone più povere del Senegal e dell’Etiopia.