• Articolo , 21 settembre 2011
  • Con la Provincia si “Cambiastrada”

  • Si chiama “Cambiastrada” la guida on line che la Provincia di Torino pubblica sul suo sito per illustrare le più importanti azioni da mettere in pratica per una mobilità più sostenibile a partire dalle zone intorno alle scuole. La guida propone un percorso specifico per ogni categoria di utenti a cui si rivolge: studenti delle […]

Si chiama “Cambiastrada” la guida on line che la Provincia di Torino pubblica sul suo sito per illustrare le più importanti azioni da mettere in pratica per una mobilità più sostenibile a partire dalle zone intorno alle scuole.
La guida propone un percorso specifico per ogni categoria di utenti a cui si rivolge: studenti delle scuole elementari e medie, genitori, insegnanti, mobility manager scolastici, associazioni ambientaliste del territorio E amministratori e funzionari dei Comuni. A ogni gruppo viene proposto un questionario, che ha l’obiettivo di condurre a una prima riflessione sui temi connessi alla mobilità: dall’inquinamento alla salute, passando per l’accessibilità sicura ai servizi del territorio.
Al termine del questionario, la guida fornisce a ogni categoria spunti operativi, materiali, documenti e raccolte di esperienze. Ai bambini, per esempio, vengono proposte diverse attività: dalla realizzazione di un giornalino sulla mobilità sostenibile, all’organizzazione di giochi sul tema, all’esplorazione del territorio. “Cambiastrada” poi presenta alcune esperienze di gruppi di genitori per restituire a bambini e ragazzi il diritto di recarsi a scuola a piedi o in bicicletta in sicurezza. Ai mobility manager scolastici si suggeriscono indicazioni per la redazione dei Piani di spostamento casa-scuola.
“Amministratori, funzionari e tecnici dei Comuni possono servirsi della nostra guida per aumentare la sicurezza del territorio attraverso modifiche alla viabilità, come gli attraversamenti pedonali rialzati e le zone 30” spiega l’assessore provinciale all’Ambiente Roberto Ronco. “La Provincia di Torino da anni coordina il Tavolo di Agenda 21 su qualità della vita e mobilità sostenibile intorno alle scuole, grazie al quale molti interventi sono stati progettati e realizzati”.