• Articolo , 13 gennaio 2010
  • Con Mitsubishi il container diviene eco-orto

  • Per il Qatar la prima consegna di speciali container adibiti ad orti mobili. Ogni Unità possiede sistemi di circolazione dell’acqua, illuminazione a Led e moduli solari per auto-alimentarsi

(Rinnovabili.it) – Cosa non si può fare con i container navali! Se l’ultima tendenza dell’edilizia sostenibile li vuole coinvolti in diversi progetti di unità o complessi abitativi modulari con Mitsubishi Chemical Holdings Corp divengono speciali spazi da adibire alla coltivazione di vegetali. La società ha difatti appena firmato un accordo per la vendita al Qatar di container appositamente configurati per divenire orti hi-tech.
Aspettando la prima consegna, che secondo l’intesa avverrà nel mese di aprile, la società ha rivelato i primi dettagli del progetto.
Ogni unità lunga 12,2 m e alta 2,9m sarà isolata termicamente, e avrà istallato al suo interno un impianto di climatizzazione per mantenere la temperatura costante alimentato da moduli fotovoltaici, un impianto per il trattamento delle acque che assicuri la circolazione, il filtraggio e il riciclaggio, e un sistema di illuminazione a Led per assicurare la fotosintesi. Pensato appositamente per zone rurali con difficoltà di accesso alla rete, può essere sfruttato in modalità off-grid dal momento che possiede batterie al litio per lo stoccaggio energetico o dove possibile, essere allacciato all’elettricità.
Mitsubishi Chemical assicura che in un unico contenitore possano essere coltivate fino a 50 piante come ad esempio la lattuga. Il “container vegetale” ha per ora un prezzo di 50 milioni di yen, pari a circa 548 dollari.