• Articolo , 4 giugno 2010
  • Con Nokia tu pedali e Bicycle Charger ti carica il cellulare

  • Dedicato ai fan della mobilità dolce ma anche a quanti sono attenti all’impatto ambientale dei propri consumi: arriva l’eco-ricaricatore da far funzionare andando in bici

(Rinnovabili.it) – Da tempo ormai si (ri)sente parlare di generatori a pedali, ossia apparecchi in grado di convertire l’energia delle pedalate in elettricità. In Italia già nel 2007 i “bicigeneratori”:http://www.bicigeneratori.it/ del centro studi Antartide sono stati messi in mostra alimentando parte dell’amplificazione di un concerto del cantautore bolognese Franz Campi in occasione della manifestazione Ecomondo. Ora Nokia è pronta a servirsi del concetto per debuttare sul mercato degli eco-caricatori di cellulare, dimostrando così che l’idea non si adatta solo a soluzione d’emergenza per quanti vivono in luoghi remoti o a strumento di riflessione sullo sforzo necessario per produrre l’energia che consumiamo. Nasce pertanto dalla casa finlandese il “Nokia Bicycle Charger Kit”:http://europe.nokia.com/find-products/accessories/all-accessories/power/chargers/nokia-bicycle-charger-kit, dispositivo composto da una dinamo in contatto con la ruota anteriore e un adattatore che si istalla sul manubrio ed al quale viene allacciato il proprio telefonino. Una volta saliti in sella il gioco è fatto: ad ogni pedalata la dinamo si carica trasferendo l’elettricità al caricabatterie DC-14 e quindi al cellulare.
“Per iniziare la ricarica, un ciclista ha bisogno di viaggiare a circa sei chilometri all’ora, e mentre i tempi di carica variano a seconda del modello della batteria; un viaggio di 10 minuti a 10 km/h produce circa *28 minuti di conversazione* o *37 ore in standby*. Più veloce è l’andatura, più durerà la batteria”, recita una nota stampa Nokia.
La società è pronta anche a dare tutte le specifiche del caso: il Kit funzionerà con jack di 2mm, comprenderà gli accessori per il montaggio sulla propria bici, si fermerà quando la velocità raggiunge i 50 km/h e sarà lanciato sul mercato alla fine dell’anno con prezzo di circa 15 euro. L’idea, che farà sicuramente piacere agli amanti della mobilità dolce, forse a qualcuno ricorderà il concept presentato solo nel 2008 dal designer industriale Deco Goodman: un ammortizzatore piezoelettrico da montare sotto il sellino dall’esplicito nome di “Commuter Cyclists Sustainable Energy Source”:http://www.rinnovabili.it/ecotech-il-generatore-portile-da-bici, in grado di catturare l’energia generata dalle continue compressioni per fare il “pieno” al proprio telefono o mp3.