• Articolo , 17 novembre 2008
  • Con Oxyfuel -90% delle emissioni delle centrali a carbone

  • Partirà in Australia, presso una centrale a carbone, un impianto di abbattimento radicale delle emissioni dei gas di combustione, il primo del genere al mondo

E’ il “Callide Oxyfuel”. Si tratta di una tecnologia che dovrebbe dimostrarsi capace di tagliare del 90% le emissioni di una centrale a carbone. Tutto questo sarà possibile grazie alla separazione del CO2 dagli altri gas prodotti dalla combustione. Il meccanismo richiede la dotazione, ora in sperimentazione alla centrale di Biloela (Queensland), di una tecnologia che bruci il carbone in un contesto di ossigeno e di gas ricircolati, invece che nell’aria. In questo modo si realizza un flusso selezionato di CO2, che quindi può essere isolato. Ovviamente c’è una certa attesa nei risultati del progetto, che scaturisce da una partnership tra aziende produttrici di energia e l’Australian Coal Association, con investimenti del governo. Infatti in Australia il carbone garantisce quasi l’80% della produzione di energia elettrica e di conseguenza rappresenta il 32% delle emissioni di gas serra, ma il carbone ha anche una sua valenza economica, infatti costituisce addirittura la maggiore fonte di proventi delle esportazione australiane.