• Articolo , 30 ottobre 2008
  • Confcooperative: l’eco-efficienza produce futuro per l’economia

  • Le parole di Luigi Marino, presidente di Confcooperative, all’apertura dei lavori di “Qualità e Sostenibilità dell’abitare in cooperativa” organizzata da Federabitazione-Confcooperative al Palazzo della Cooperazione, a Roma

Si è svolta oggi a Roma la Conferenza nazionale di Federabitazione – Confcooperative sul tema “Qualità e sostenibilità dell’abitare in cooperativa” organizzata per affrontare un tema di grande attualità: come ideare e realizzare interventi di edilizia sociale coniugando sostenibilità ambientale e qualità con costi contenuti. Ad aprire i lavori Luigi Marino, presidente di Confcooperative che ha focalizzato l’attenzione sul tema dell’eco-efficienza e della responsabilizzazione ambientale come strumento per produrre futuro per l’economia. “L’offerta delle nostre 3000 cooperative di abitazione, che realizzano 10.000-12.000 alloggi ogni anno sui 24.000 realizzati in cooperativa, dovrà caratterizzarsi sempre più per un forte valore ambientale, oltre che sociale”, ha spiegato Marino, aggiungendo che “il futuro della cooperazione d’abitazione si legittima costruendo case di qualità, con risparmio energetico e a prezzi più bassi di quelli del mercato”. “Sulla frontiera della funzione sociale della casa – ha detto – le cooperative sono rimaste sole nell’offerta di case di proprietà e in locazione; sole a fronteggiare il ritorno alla cooperativa di ceti medi; sole negli interventi sperimentali di risposta alla domanda ‘povera’: lavoratori immigrati, pensionati e giovani coppie”. “Tutti i nostri settori – ha continuato Marino – sono attivi sul fronte del risparmio energetico e delle nuove energie. Dobbiamo guardare con creatività e coraggio a nuove forme di cooperazione di utenza, già più diffuse in altri Paesi. Federabitazione – ha concluso Marino – è stata tra i primi settori di Confcooperative a raccogliere la sfida ambientale. Il progetto SHE (‘Sustainable Housing in Europe’), ha ricevuto importanti riconoscimenti in Italia e nel mondo a conferma dell’impegno concreto delle cooperative di abitazione nel promuovere lo sviluppo sostenibile”.