• Articolo , 14 aprile 2008
  • Consiglio di Stato e le regole per il biodiesel

  • Via libera del Consiglio di Stato a due schemi di regolamento che fissano le sanzioni sui certificati relativi al “biodiesel”

Dal ministero dell’Economia, si definiscono i requisiti che il settore impianti di produzione del biodiesel, nazionale e comunitario, devono soddisfare per godere degli incentivi fiscali previsti dalla Finanziaria 2007. L’articolo 22-bis, di questa prevede infatti che, dal 2007 al 2010, al biodiesel, impiegato direttamente o insieme al gasolio, sia previsto un carico fiscale del 20% di quella applicata al gasolio carburante. La seconda decisione dà parere favorevole al ministero dello Sviluppo economico e fissando le sanzioni per il non raggiungimento della quota di biocarburanti da commercializzare obbligatoriamente a partire dal primo gennaio 2007. Il Consiglio di Stato, spinge quindi a cambiare le normative in modo da ripristinare la multa “nella misura fissa di 600 euro per il singolo certificato mancante” e un’aumento per ogni altro certificato mancante. Lo norma, oggi, prevede sanzioni da 600 a 6000 euro per ogni certificato mancate, corrispondente ad una tonnellata di combustibile.