• Articolo , 27 giugno 2008
  • Contabilità della CO2 per 450 industrie australiane

  • In Australia, le aziende più inquinanti dovranno cominciare a misurare le loro emissioni a partire dalla prossima settimana

Mancano meno di due anni all’entrata in vigore in Australia del sistema nazionale di mercato delle quote di emissione ed in preparazione allo “start” ufficiale il Governo ha stabilito che tutte le industrie nazionali che emettono più gas climalteranti comincino a misurare le loro emissioni a partire dalla prossima settimana. L’intervento prevede che le e aziende che rilasciano più di 25 mila tonnellate di gas serra l’anno, o usano più di 140 milioni di chilowattora di energia, debbano istituire una vera e propria contabilità di CO2. L’annuncio è stato dato oggi dal ministro per il Clima Penny Wong, precisando che l’obbligo riguarda circa 450 aziende, che dovranno presentare i dati al governo a cominciare dal prossimo anno. “Questo nuovo sistema – ha detto Wong – avrà un ruolo importante nel quantificare con maggiore precisione i gas serra che l’Australia produce. Inoltre fornirà per la prima volta informazioni solide e comparabili al pubblico sui profili di gas serra e di consumo di energia della grandi corporation australiane”.