• Articolo , 18 ottobre 2010
  • Container riciclati diventano alloggi

  • In Francia Cattani Architects insieme all’NPSA, un’associazione americana dedita alla promozione del settore di archiviazione portatile, ha progettato e realizzato “Cité a Docks”, una particolare struttura realizzata con container riciclati e trasformati, per l’occasione, in alloggi universitari.

(Rinnovabili.it) – E’ notoriamente risaputo che gli studenti universitari fuori sede affrontano diverse problematiche per quello che concerne i loro alloggi: caro d’affitti, diatribe tra coinquilini, divisione degli spazi ed assegnazione delle pulizie domestiche. Un rimedio a questo tipo di problema arriva dalla Francia, esattamente da Le Havre, dove è stato progettato e realizzato “Cité a Docks”, ovvero una struttura di container riciclati destinata ad alloggi universitari.

Dal recupero di vecchi container si è creato un edificio suddiviso in quattro piani e costituito da 100 alloggi. Ogni alloggio misura 24 metri quadri ed offre al proprio interno un bagno e una cucina. Quindi niente di più di cui uno studente universitario possa aver bisogno. Inoltre, secondo i realizzatori, le sequenze trasversali dei corridoi, che danno accesso agli alloggi, donano una maggior visibilità e luminosità alla stessa struttura.

Queste abitazioni eco-friendly, visto il recupero di vecchi container, sono state progettate da Cattani Architects con l’appoggio di NPSA (National Portable Storage Association), un’associazione americana senza scopo di lucro rivolta alla promozione del settore di archiviazione portatile.