• Articolo , 20 dicembre 2007
  • Contenitori ecologici dalle bucce di pomodoro

  • Dai piatti mediterranei ai laboratori di ricerca il pomodoro si trasforma. Ricercatori del Cnr di Pozzuoli, hanno infatti scoperto che gli scarti della lavorazione di questo ortaggio possono essere riutilizzati per la creazione di materiale biodegradabile per l’agricoltura. I tradizionali contenitori di polistirolo utilizzati nella coltivazione “tray plant”, non sono biodegradabili e non possono essere […]

Dai piatti mediterranei ai laboratori di ricerca il pomodoro si trasforma. Ricercatori del Cnr di Pozzuoli, hanno infatti scoperto che gli scarti della lavorazione di questo ortaggio possono essere riutilizzati per la creazione di materiale biodegradabile per l’agricoltura. I tradizionali contenitori di polistirolo utilizzati nella coltivazione “tray plant”, non sono biodegradabili e non possono essere riciclati come imballaggi di plastica, determinando un grosso problema di accumulo a livello ambientale. I bio-recipienti invece, una volta interrati al suolo insieme alle piantine, saranno degradati dalla flora microbica nel giro di alcune settimane, divenendo fertilizzante e pertanto nutrimento per il terreno. (fonte Cnr)