• Articolo , 22 ottobre 2008
  • Conti (Enel): bollette più cara se passa il pacchetto clima Ue

  • Una dichiarazione sul costo dell’elettricità da parte del a.d. di Enel che conferma posizioni già espresse che collimano con quelle del governo Berlusconi

L’avvertimento è chiaro. Se il piano europeo per la lotta ai mutamenti climatici dovesse passare così com’è, come conseguenza aumenteranno le bollette dell’elettricita. E’ il parere espresso da Fulvio Conti, a.d. dell’Enel, intervenendo a Bruxelles ad un convegno di Eurelectric.
“Io credo sia difficile immaginare riduzioni di CO2 senza pagarne il prezzo – ha avvertito Conti – ci vogliono massicci investimenti che devono in qualche modo essere trasferiti in costi incrementali nelle bollette”.
Conti ha ribadito le proprie critiche al pacchetto clima, anche se ha aggiunto “di non voler contestare i principi, ma i tempi.
In passato ero una voce isolata ora sono compiaciuto dell’attenzione al massimo livello. Si tratta di obiettivi difficili da raggiungere, concentrati nel tempo. Per quanto riguarda l’aumento del 20% delle energie rinnovabili – ha ipotizzato in conclusione – comporterebbe nel nostro settore dell’elettricità un aumento del 40%”.