• Articolo , 29 agosto 2008
  • Contro l’inquinamento acustico Melbourne prova il fotovoltaico

  • Una barriera antirumore rivestita da celle solari avrà il compito di assorbire il suono stradale e rifornire d’elettricità le luci di una sezione della Tullamarine Calder Interchange nella zona nord di Melbourne

Dal “fono” assorbimento al “foto” assorbimento: in tal modo un innovativo sistema antirumore disegnato da un’azienda australiana operante nel settore delle energie rinnovabili si è meritato un importante riconoscimento all’annuale conferenza Clean Energy Council ATRAA. Si tratta di una barriera acustica fotovoltaica, progettata ed installata dalla Going Solar con un finanziamento del Victorian Government’s Renewable Energy Support Fund. Il sistema è costituito da 500 metri di moduli fotovoltaici in silicio amorfo, inclinati verticalmente e in grado di fornire una potenza di picco di 25 kW. La riduzione del rumore è ottenuta grazie alla densità del vetro, mentre l’energia prodotta sarà utilizzata per alimentare le luci stradali. A completare l’installazione anche un sistema di monitoraggio dei dati per consentire di visualizzare in maniera diretta la capacità produttiva dell’impianto su uno schermo pubblico sistemato ad un chilometro di distanza.