• Articolo , 28 luglio 2009
  • Controlli sull’acquisto delle azioni di EPCG della MIG da parte di A2A

  • La Commissione del Montenegro ha iniziato a controllare l’operazione di vendita dei titoli dell’ Elektroprivreda Crne Gore (EPCG) da parte del fondo d’investimento MIG alla società italiana A2A. Il Presidente della Commissione, Zoran Djikanovic ha detto che il controllo delle operazioni è iniziato già venerdì pomeriggio scorso, e il controllo sarà fatto in tempi molto […]

La Commissione del Montenegro ha iniziato a controllare l’operazione di vendita dei titoli dell’ Elektroprivreda Crne Gore (EPCG) da parte del fondo d’investimento MIG alla società italiana A2A. Il Presidente della Commissione, Zoran Djikanovic ha detto che il controllo delle operazioni è iniziato già venerdì pomeriggio scorso, e il controllo sarà fatto in tempi molto brevi. “Non è in discussione l’operazione in sé, ma stiamo facendo un controllo sulla transazione. I risultati saranno noti molto presto, questa o la settimana prossima”, ha detto Djikanovic all’agenzia Mina-business. Il fondo MIG, venerdì (ossia il giorno in cui si sono aperte le offerte finanziarie per il bando di gara per la privatizzazione parziale e la ricapitalizzazione della EPCG), ha venduto l’1,95% delle quote di proprietà dello Stato nella società energetica. La società italiana A2A ha pagato la quota circa 17,5 milioni di euro. La MIG ha venduto le azioni dell’EPCG chiedendo il 7% in più rispetto al prezzo stabilito con Atlasmont, Moneta, Trend ed Eurofond alla fine di maggio. I quattro fondi hanno venduto alla compagnia italiana più del 15 per cento delle azioni dell’EPCG, con un costo di circa 122,7 milioni di euro, per un valore nominale pari a 7,1 euro.