• Articolo , 4 settembre 2008
  • Convegno: “Generazione distribuita e fonti rinnovabili”

  • La generazione distribuita e la microgenerazione dell’energia avranno un ruolo di crescente importanza all’interno dei sistemi energetici nazionali e locali. A Roma un convegno per parlare dei presupposti affinché questa linea di indirizzo possa essere fattivamente perseguita

Si terrà il prossimo 25 settembre a Roma Convegno organizzato dall’Associazione Clorofilla e l’Agenzia Roma Energia dal titolo “Generazione distribuita e fonti rinnovabili. Tecnologie e strategie a servizio dell’ambiente e dell’impresa”. La generazione distribuita e, nello specifico, la microgenerazione avranno un ruolo di crescente importanza all’interno dei sistemi energetici nazionali e locali. Il presupposto affinché questa linea di indirizzo possa essere fattivamente perseguita, è legato ad aspetti tecnici, economici, scientifici, sociali ed ambientali, ma soprattutto alle decisioni che le Amministrazioni locali ed il mondo dell’impresa privata sapranno prendere. Infatti, la microgenerazione potrà realmente rappresentare una valida alternativa ai tradizionali sistemi di produzione di energia elettrica, soltanto se la ricerca ed il mercato riusciranno a rendere disponibili macchine ad alto rendimento, quali le microturbine di piccola taglia, in grado di utilizzare un ampio spettro di combustibili e quindi consentire l’impiego di quote crescenti di fonti rinnovabili. Una corretta politica di approvvigionamento energetico, secondo criteri di sostenibilità, oltre a trovare riscontro nell’accresciuta sensibilità verso questi temi, potrà, nel tempo, avere apprezzabili ricadute sul miglioramento della qualità della vita e dei nostri contesti urbani e rurali, e sulle opportunità di occupazione nei servizi per il risparmio energetico e nella realizzazione e fornitura di tecnologie complesse ed in continua evoluzione. Nel corso del convegno verranno messi in luce importanti aspetti tra cui:
• la flessibilità della generazione distribuita in relazione ad un utilizzo ottimale di fonti rinnovabili;
• la potenzialità di avvio di progetti innovativi in campo energetico attraverso la condivisione e la divulgazione di esperienze e tecniche in uso;
• le opportunità e gli incentivi esistenti in materia, a livello nazionale e regionale, sia per i privati che per gli enti locali con particolare attenzione ai certificati verdi, ai certificati bianchi ed al conto energia;
• le opportunità offerte dal mondo del credito.