• Articolo , 5 maggio 2010
  • Convertire in energia l’usa-e-getta

  • Evitare il conferimento in discarica di pannolini per convertirli in pellet destinato ad alimentare le caldaie domestiche. L’idea viene da una società nipponica

(Rinnovabili.it) – La giapponese Super Faith ha deciso di guardare ad un rifiuto particolare per ottenere una nuova fonte energetica a basso costo. Seguendo, forse, il fortunato esempio della britannica “Versus Energy”:http://www.rinnovabili.it/pannolini-sporchi-in-uk-fonte-di-energia-e-di-materiali-edili-402167 la società nipponica ha pensato bene di impiegare un prodotto usa-e-getta alla fine del suo ciclo di vita: i pannoloni per adulti. Realizzando una serie di macchine atte al riciclaggio Super Faith ha trasformato tali scarti, provenienti da ospedali e case di cura, in combustibile per caldaie e stufe a biomassa.
Strano ma vero, il processo prevede nell’arco di una giornata la sterilizzazione e l’essicazione dei rifiuti fino ad estrarre un materiale fibroso, circa un terzo del peso e del volume originali dei pannolini e contenente circa 5.000 kcal termiche per chilogrammo.
Il prodotto – spiega la società – viene poi trasformato in pellet combustibile, che può essere impiegato in normali caldaie a biomassa. In realtà, per quanto bizzarra possa apparire l’idea, si tratta di una valida soluzione ad un problema in aumento. La popolazione giapponese, causa la bassa natalità, sta spostando l’ago demografico verso un futuro di anziani; secondo quanto riferito dal quotidiano Kyodo News la produzione di pannolini per adulti nel Paese ha superato 5 miliardi di unità per la prima volta lo scorso anno, in crescita di quasi il 7 per cento rispetto al 2008.