• Articolo , 26 marzo 2008
  • COOU: il bilancio del 2007 è positivo

  • Il consiglio di amministrazione del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati ha approvato oggi il bilancio del 2007.

Bilancio positivo per l’attività del COOU nel 2007. Oggi il CdA ha approvato il bilancio dell’esercizio del 2007 e nominato il nuovo segretario generale, Franco Barbetti. Il Consorzio ha registrato nel 2007 un eccellente risultato di raccolta: 215.245 tonnellate di oli lubrificanti usati (circa il 90% del potenziale raggiungibile) e un rapporto tra olio usato raccolto e lubrificante immesso al consumo pari al 39,7%. I risultati ottenuti rappresentano una vittoria, considerato lo scenario economico dell’anno in esame e considerato il mercato di riferimento che ha visto un’impennata del prezzo del greggio cui non è seguita una pari crescita degli oli base. In ogni caso i risultati hanno soddisfatto le previsioni; i ricavi del contributo obbligatorio si sono attestati a 25 euro a tonnellata. Sorprendente la qualità del prodotto rigenerabile raccolto: 181.526 tonnellate, circa 3.000 in più rispetto al 2006. L’Italia continua a detenere la leadership europea nella produzione degli oli base rigenerati con 117.500 tonnellate prodotte. La dimostrazione egli ottimi risultati raggiunti è che il Venezuela ha espresso la volontà di utilizzare l’esperienza italiana nel settore al fine di realizzare una rete di raccolta, stoccaggio e rigenerazione degli oli usati sul modello del COOU.