• Articolo , 22 ottobre 2009
  • Corepla si impegna sui pagamenti, crisi scongiurata

  • Il consorzio nazionale Corepla si impegna a sostenere le strategie di riciclo della Regione Toscana e ad accellerare al massimo tutti i pagamenti a Revet, l’azienda toscana che si occupa di recupero della raccolta differenziata multimateriale di 235 comuni toscani. L’impegno, che garantirà a Revet la sostenibilità finanziaria immediata e allontana le nubi che fino […]

Il consorzio nazionale Corepla si impegna a sostenere le strategie di riciclo della Regione Toscana e ad accellerare al massimo tutti i pagamenti a Revet, l’azienda toscana che si occupa di recupero della raccolta differenziata multimateriale di 235 comuni toscani. L’impegno, che garantirà a Revet la sostenibilità finanziaria immediata e allontana le nubi che fino a ieri ne offuscavano il futuro, è stato ufficializzato dal direttore generale del Corepla durante un incontro tenuto nella sede della Regione Toscana alla presenza dell’assessore all’ambiente Anna Rita Bramerini. L’incontro, già in calendario da tempo, era stato convocato dallo stesso assessore regionale. Vi hanno preso parte anche i vertici di Revet e quelli del Dipartimento di chimica industriale dell’Università di Pisa. La riunione ha permesso di concordare una scaletta di impegni per stabilire come trattare, e in quali tempi, la plastica recuperata dai rifiuti (30 mila tonnellate all’anno) e renderla fruibile dai produttori finali della Toscana. Revet nel suo nuovo piano industriale stanzierà ulteriori 4 milioni di euro per potenziare l’impianto di riciclaggio di Pontedera. In questo contesto Corepla si è dichiarato disponibile ad affiancare Revet e l’Università di Pisa nell’obiettivo di massimizzare il riciclaggio effettivo del materiale derivato dalle raccolte differenziate toscane. L’università di Pisa ha confermato la sua disponibilità ad effettuare la ricerca applicata sugli obiettivi indicati da Revet. In particolare questa sarà indirizzata sulle necessità di Piaggio (per le componenti in plastica dei motocicli), Urbantech (azienda di pannelli fonoassorbenti che dovrebbe produrne in plastica riciclata), Ecolife (azienda di profilati prefabbricati che già produce anche con materiale fornito da Revet), le Unicoop della Toscana e dell’Umbria (per i carrelli della spesa ed eventuali altri usi).
L’assessore Bramerini, al termine della riunione, ha commentato positivamente i risultati, sottolineando come siano stati identificati una serie di impegni concreti, che saranno monitorati dalla Regione.