• Articolo , 25 gennaio 2008
  • Corpo nero fai da te: ancora più energia!

  • Un corpo nero da guinness dei primati incamera il 99.9% dell’energia che lo investe

I ricercatori del Politecnico di Rensselaer e della Rice University, finanziati dal Dipartimento statunitense per l’Energia e dal Focus Centre di New York, sono riusciti nell’intento di costruire il corpo nero più “nero” che esista, tanto da meritare il Guinness dei primati. Costituito da una sottilissima pellicola composta da una fitta schiera di nanotubi di carbonio disposti verticalmente, esso assorbe il 99,9% della radiazione luminosa che riesce a captare. Shawn-Yu Lin, uno dei professori del Politecnico di Rensselaer, afferma che il futuro dell’efficienza dei dispositivi che sfruttano la radiazione solare per produrre energia sarà sconvolto da questa scoperta, poiché la tecnologia degli infrarossi, del solare ecc, grazie al nuovo corpo nero, farà un grande balzo di efficienza in avanti. Il corpo nero, creato da Lin e dai suoi colleghi, respinge solamente lo 0,045% dell’energia solare che lo colpisce. Immediatamente viene da considerare il suo ruolo nell’industria del solare termico e del fotovoltaico di domani.