• Articolo , 5 maggio 2010
  • CremonaFiere: da settembre produrrà 1 mln di KWh verdi

  • CremonaFiere sceglie la sostenibilità ed investe nell’energia rinnovabile del sole: 4.000 pannelli fotovoltaici verranno installati entro settembre sul tetto del Padiglione 2 del quartiere fieristico. Partner dell’operazione sono Linea Più, controllata del gruppo LGH, società dedicata all’energia e già fornitore di gas ed elettricità per la Fiera, e il Consorzio Agrario di Cremona. «Con questo […]

CremonaFiere sceglie la sostenibilità ed investe nell’energia rinnovabile del sole: 4.000 pannelli fotovoltaici verranno installati entro settembre sul tetto del Padiglione 2 del quartiere fieristico. Partner dell’operazione sono Linea Più, controllata del gruppo LGH, società dedicata all’energia e già fornitore di gas ed elettricità per la Fiera, e il Consorzio Agrario di Cremona.
«Con questo nuovo progetto CremonaFiere si conferma come uno dei centri fieristici più innovativi e all’avanguardia del panorama nazionale – ha dichiarato Antonio Piva – Presidente della Fiera di Cremona. Dal punto di vista strategico, la produzione di energia va ad integrare il core business dell’Ente e a creare valore da investire in nuovi progetti. Grazie a questo impianto, che comporta un investimento di 3 milioni di euro, CremonaFiere potrà infatti generare ricavi annui per circa 500mila euro, di cui 385mila dalla tariffa incentivante erogata dal GSE (Gestore Servizi Elettrici), e 108mila dall’energia che potrà vendere e immettere nella rete. In questo modo, andremo a soddisfare, con la produzione di circa 1 milione di KWh, le esigenze energetiche di oltre 500 famiglie cremonesi. Non dimentichiamo inoltre che l’energia prodotta con i pannelli fotovoltaici ci consentirà di abbattere drasticamente (-645 tonnellate) le nostre emissioni di CO2, e di risparmiare ben 220 Tep (Tonnellate equivalenti di petrolio), generando così un grande vantaggio ambientale per il territorio».
Andrea Pasquali, Presidente LGH, descrive l’iniziativa: «Le soluzioni fotovoltaiche per i tetti delle grandi aree industriali o commerciali sono una delle frontiere più interessanti dell’energia e realizzabili in tempi ridotti. I tetti sono spesso inutilizzati e naturalmente esposti al sole; con questo intervento vengono recuperati ad un utilizzo molto nobile e di grande efficienza ambientale ed economica. Così abbiamo fatto anche per il centro servizi AEM. La collaborazione tra Linea Più e CremonaFiere è stata sottoscritta con durata trentennale legando l’iniziativa anche agli incentivi del Conto Energia e quindi ad un rendimento certo anche dal punto di vista finanziario. L’esperienza di Linea Più garantisce la qualità del progetto e la manutenzione per l’intera vita dell’impianto. Con questo intervento Linea Più si candida a divenire uno degli attori di riferimento nella fornitura di impianti chiavi in mano nel segmento delle energie rinnovabili per la bassa Lombardia».
Ernesto Folli, Presidente del Consorzio Agrario di Cremona, commenta: «In tutta Italia si discute dell’opportunità di sottrarre terreni all’agricoltura per sfruttare l’economia ed i vantaggi del fotovoltaico. Qui diamo dimostrazione di una soluzione intelligente che non toglie, anzi valorizza, la vocazione funzionale dello spazio che occupa. Ci auguriamo che altri imprenditori colgano questa opportunità che può diventare cultura diffusa nei nostri territori con il supporto anche del nostro Ente».