• Articolo , 21 giugno 2007
  • Crescita Record per il solare termico nella Ue

  • Crescita annuale del 47% per 27 paesi Ue più la Svizzera, il solare termico non è più un prodotto di nicchia

L’Estif (European Solar Thermal Industry Federation) alla Conferenza Estec di Friburgo ha parlato di produzione record, nel 2006, dell’industria solare termica, con un aumento di tre milioni di m2 di collettori e un incremento della capacità installata di 2100 MWth. I dati forniti provengono da valutazioni statistiche relative a 27 paesi Ue più la Svizzera e mostrano come il solare termico non possa più essere considerato un mercato di nicchia. Il successo dello scorso anno, secondo l’Estif, va attribuito ad una serie di fattori: una presenza crescente dell’industria termica solare con prodotti innovativi e strategie di mercato e da vari tipi di incentivi finanziari o obblighi adottati da molti paesi dell’Unione europea. E’ da notare che i cinque paesi mediterranei: Italia, Spagna, Grecia, Francia e Cipro, da soli, ora rappresentano circa il 30% del mercato europeo, mentre, se si valuta la quantità di energia solare termica pro capite, l’Austria rimane il paese leader con 25KWth /1000 pro capite di nuove istallazioni. Comunque l’obiettivo per l’industria del solare termico è di riuscire ad avere, entro il 2020, un metro quadrato di collettori per ogni cittadino europeo. (fonte Ansa)