• Articolo , 21 giugno 2011
  • Cuba, pronta per istallare 600 MW di potenza eolica

  • Per abbattere il consumo di carburanti fossili Cuba si prepara alla rivoluzione dell’eolico

(Rinnovabili.it) – Le rinnovabili sono destinate a crescere. L’impatto positivo che avranno sull’isola di Cuba, in particolar modo se si prende in esame l’eolico, si registrerà già a partire dai prossimi anni, ha dichiarato il vice ministro dell’Industria Juan Manuel Presa.
Le previsioni indicano la possibilità di poter istallare immediatamente circa 600 MW di eolico in particolare sulla costa nord del paese, specialmente nella zona centrale e orientale.
Intervistato dall’Agenzia di Informazione Internazionale il ministro Presa ha inoltre segnalato che l’attuale funzionamento di 100 stazioni anemometriche ha reso possibile la registrazione di dati circa il comportamento del vento a 50 metri di altitudine, valutando così con precisione il potenziale eolico cubano.
La maggiore delle Antille ha attualmente 4 parchi eolici e 20 rotori che equivalgono a circa 11,7 MW di potenza istallata che potrebbero essere affiancate, secondo quanto detto dal ministro, da ulteriori istallazioni per un totale di 2.000 MW di potenza istallata.
Un ottimo metodo, lo sfruttamento del potenziale eolico del paese, per ovviare all’aumento dei prezzi dei carburanti fossili anche in previsione di un forte aumento della domanda di elettricità forti del fatto che gli aerogeneratori in funzione non emettono gas ad effetto serra, non generano residui tossici, non hanno bisogno di acqua per produrre energia come accade nelle centrali termiche e dispone di una fonte inesauribile.