• Articolo , 17 aprile 2008
  • Cuocere? Basta con forno e fornelli, ci pensa il sole

  • Nei paesi meno sviluppati da oggi si può non usare né legno, né carbone per cuocere i cibi, basta il sole. Così non si contribuisce al depauperamento delle risorse forestali e non si producono emissioni inquinanti

Le foreste sono in diminuzione a un tasso più rapido che mai. Oltre due miliardi e mezzo di persone dipende, nei paesi del terzo mondo, dal carbone, dal legno e dai suoi derivati anche per cuocere gli alimenti e così la fornitura di legno in tutto il mondo sta rapidamente diminuendo. Le esigenze dovute alla massiccia crescita della popolazione e la conseguente domanda ha superato in gran parte del mondo la capacità delle foreste di rigenerarsi, un fenomeno noto come deforestazione. E proprio in relazione a questo problema, soprattutto nei paesi non industrializzati, si inserisce il progetto della Sun Oven International. L’osservatorio Well-Tech, che attraverso una costante attività di monitoraggio del mondo della produzione e della ricerca, rileva ogni anno sessanta prodotti che si sono distinti a livello internazionale per innovazione tecnologica e valori di accessibilità, sostenibilità e qualità della vita, segnala uno di questi prodotti, appunto della Sun Oven International. E’ stato presentato nell’attuale edizione e consiste in una specie di piastra-forno che concentra i raggi del sole: un’interessante applicazione dell’energia solare per cucinare pietanze senza costi in termini di energia e quindi senza emissioni. Il cibo può essere stufato, bollito o cotto al vapore a temperature comprese tra i 180 e i 200 °C solo attraverso l’energia fornita dal sole.