• Articolo , 12 maggio 2010
  • Da Bruxelles un milione di euro per la Provincia di Ravenna

  • L’UE approva e finanzia diversi progetti, presentati dalla Provincia nei mesi scorsi, in merito alla cooperazione territoriale.

(Rinnovabili.it) – Con un milione di euro circa Bruxelles dà il benvenuto alla Provincia di Ravenna nei propri programmi di cooperazione territoriale. Dopo aver dato la propria approvazione l’Unione Europea, infatti, finanzierà alcuni progetti nel campo ambientale, della sostenibilità e della salute che vedono l’ente locale come partner: *Climaparks, Slow tourism* ed *e-Health,* del programma europeo transfrontaliero Italia-Slovenia 2007-2013 (budget di 750 mila euro), *Bicy* e *IRH-MED*, quest’ultimo all’interno del programma europeo MED.
La notizia è stata accolta con entusiasmo dall’attuale Presidente della Provincia, Francesco Giangrandi, il quale ha dichiarato: _”Questi risultati non sono il frutto del caso. La Provincia, in questi anni, ha puntato sui progetti europei, dall’obiettivo 2 al nuovo POR dei tecnopoli, dai programmi Interreg agli attuali programmi di cooperazione territoriale e ne ha tratto soddisfazioni vincendo molti progetti, utilizzando sempre le risorse al 100%, con ricadute positive sul territorio e sono un importante rafforzamento delle relazioni internazionali che oggi coinvolgono tante parti d’Europa”._
Climaparks, si occuperà di studiare gli effetti dei cambiamenti climatici su flora e fauna in aree naturali di notevole importanza, e in particolare nelle aree parco della Slovenia e di tre regioni italiane, Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, compreso il Parco del Delta del Po e il Parco regionale della Vena.
E’ invece il turismo sostenibile ciò che si prefigge di diffondere Slow Tourism, anche grazie alla collaborazione con Delta 2000, attraverso la creazione di percorsi in barca, bicicletta o a piedi, al fine di valorizzare gli ecosistemi fluviali.
Il progetto Bicy finanziato dal programma Central Europe con un budget per Ravenna di circa 200mila euro si propone di intensificare l’impiego delle due ruote attraverso lo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile basato sull’intermodalità con la rete ferroviaria. Tra i vari interventi il piano prevede di realizzare alla stazione di Cervia un nuovo punto di noleggio biciclette tradizionali ed elettriche a disposizione dei turisti.
Infine al progetto IRH-MED verranno indirizzati finanziamenti per un ammontare di 81 mila euro. L’obiettivo diffondere tecnologie costruttive, raramente utilizzate nel nostro paese, a favore di progetti edili ecocompatibili attraverso l’uso di fonti energetiche alternative.