• Articolo , 4 febbraio 2010
  • Da Obama una spinta alla promozione di biofuel e carbone pulito

  • Tre nuove misure per accelerare sulla produzione nazionale dei biocarburanti e un memorandum presidenziale con cui dare il via a 5-10 progetti di dimostrazione commerciali per il CCS

(Rinnovabili.it) – Il presidente Barack Obama ha annunciato ieri una serie di passi che la sua amministrazione sta intraprendendo come parte della strategia globale per rafforzare l’indipendenza energetica americana e realizzare una base per una nuova economia ad energia pulita.
In una riunione con i vari governatori degli States, Obama ha messo sul tavolo le tre misure che funzioneranno di concerto per incrementare la produzione di biocombustibili e ridurre le importazioni di petrolio estero. Nello specifico l’Environmental Protection Agency (EPA) ha messo a punto una norma per implementare gli standard a lungo termine per i carburanti rinnovabili stabiliti dal Congresso; ciò richiederebbe che la produzione di biocarburanti cresca da 11,1 miliardi di galloni dell’anno scorso a 36 miliardi nel 2022, con 21 miliardi di galloni provenienti dall’ultima generazione di biofuel. Sulla stessa linea dell’Epa anche Dipartimento dell’Agricoltura che ha proposto una legge sul ‘Biomass Crop Assistance Programme’ (BCAP) per finanziare un aumento della conversione della biomassa in bioenergia. Il quadro si completa virtualmente con il rapporto del Presidente del Biofuels Interagency Working Group in cui si delinea una strategia per promuovere lo sviluppo e la commercializzazione di un’industria di settore sostenibile. “Migliorare la biomassa e la produzione di biocarburanti ha il potenziale di creare posti di lavoro verde, che è uno dei molti modi in cui l’amministrazione è al lavoro per ricostruire e rivitalizzare l’America rurale”, ha detto Segretario all’Agricoltura Tom Vilsack, facendo eco a quanto espresso già dal presidente americano che ha colto l’occasione per annunciare un memorandum per la creazione di una Interagency Task Force sul Carbon Capture and Storage al fine di sviluppare una strategia federale globale e coordinata per accelerare lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie del carbone pulito. “Anche se non siete d’accordo sulla minaccia rappresentata dai cambiamenti climatici, investire sul business dell’energia pulita è ancora la cosa giusta da fare per la nostra economia. E ridurre la nostra dipendenza dal petrolio estero è la cosa giusta da fare per la nostra sicurezza”.